Le organizzazioni raramente gestiscono il talento col rigore e l’attenzione che applicano ai propri bilanci o alle proprie linee di produzione. Da un lato, infatti, il talento organizzativo è difficile da misurare e ciò che non si misura è più complicato da gestire. Dall’altro, purtroppo, tutto ciò che è soft tende a essere preso sottogamba. E’ dunque benvenuto il tentativo di BCG di sistematizzare e misurare il talent management utilizzando un indice (denominato Global Leadership and Talent Index o GLTI) composto da 20 dimensioni suddivise in sei aree (strategia, modello di leadership, approvvigionamento dei talenti, sviluppo delle persone, engagement e cultura). Il primo passo verso il miglioramento è auto-valutare la propria organizzazione e identificare le aree di debolezza.

 

 


add COMMENT